Un animale domestico è un grande aiuto nella crescita dei nostri figli

0
184

Capita in diverse famiglie di trovarsi di fronte ad un dubbio riguardante la convivenza fra il proprio figlio, o i propri figli, e gli animali domestici. Questa preoccupazione può sorgere sia quando già si ha un cane o un gatto, ad esempio, e si decide di avere un figlio, che quando invece si hanno già dei figli e si valuta la possibilità di accogliere nella propria casa anche un piccolo esserino a quattro zampe. In questo articolo parleremo proprio di questo, e della convivenza fra bambini e animali. Prima di approfondire l’argomento, iniziamo a fugare ogni dubbio: per i nostri piccoli, crescere con un animale domestico presenta una miriade di lati positivi, per cui fate questa scelta di puro amore senza indugio, ovviamente con la volontà di prendervi cura di chi vi regalerà infinito affetto in cambio solo di qualche croccantino, delle passeggiate e un po’ di coccole!

Il meraviglioso rapporto fra bambino e animale

La quotidianità del nostro bambino, quando in casa sarà presente un cucciolo, diventerà più piena e senza dubbio più stimolante. I benefici saranno evidenti da tantissimi punti di vista: già a livello motorio, i nostri piccoli saranno stimolati a fare più attività fisica insieme all’amico a quattro zampe. Inoltre, un bambino che ha un animale tende a proiettare su di lui le proprie ansie e le proprie insicurezze. Il trasferimento di questo tipo di emozioni facilita la sua crescita emotiva e gli consente di acquisire più facilmente e più rapidamente una maggiore stabilità. Inoltre, crescendo con un animale domestico il bambino impara a prendersi cura degli altri. Altro aspetto da non sottovalutare poi riguarda le capacità relazionali e di comunicazione che il bambino sviluppa grazie al rapporto con l’animale e a tutti quei piccoli comportamenti che apprende anche semplicemente chiamandolo, giocandoci, imparando a dare istruzioni, a prendere decisioni e a interagire sia con il linguaggio verbale che con quello non verbale, comprendendo l’importanza delle espressioni, dei suoni e di tutta l’interpretazione di segnali di diversa natura, che possono andare dal miagolare all’abbaiare, dalle fusa allo scodinzolare.

Come salutare degnamente i nostri amici a quattro zampe

L’unico aspetto negativo, purtroppo, è legato a una caratteristica che accomuna i nostri piccoli amici: la loro vita media è decisamente più breve della nostra. Per questo, prima o poi saremo costretti ad affrontare un momento molto difficile, in cui dovremo salutare il nostro fedele compagno. L’unico modo per ringraziarlo di tutto l’amore che è stato in grado di regalarci e per continuare a conservare perennemente il ricordo di quel legame così speciale, è scegliere di salutarlo degnamente, magari con un’urna per animali, e conservare per sempre quell’affetto che ci ha reso felici per tanto tempo.