Le fasi lunari fanno parte della nostra vita.

0
330

Le fasi lunari fanno parte della nostra vita, anche se spesso non ci rendiamo conto di questa cosa. Difficilmente ci prendiamo il tempo di alzare gli occhi al cielo ad ammirare il nostro satellite naturale. La luna durante il suo moto orbitale si posiziona sempre in modo diverso rispetto al sole ed è questo che ne causa l’aspetto modificabile. Le quattro fasi lunari sono chiaramente visibili dalla terra e hanno modificato il comportamento degli esseri umani già dall’antichità.

La luna, così come la terra, si muove continuamente e varia l’orientamento verso la Terra e il sole continuamente durante un mese, calcolato però di 28 giorni. Adesso vediamo nel dettaglio le quattro fasi lunari.

Partiamo dalla luna nuova. E’ la prima delle quattro fasi. Si parla di luna nuova quando la luna si trova in una posizione tale che l’emisfero normalmente visibile è totalmente in ombra. Noi dalla nostra posizione non abbiamo la possibilità di vederla quindi. Dura all’incirca tre giorni.  A livello simbolico la luna nuova è il momento in cui le idee sono latenti e perciò al loro massimo potenziale.

Subito dopo c’è la luna crescente. Questa fase si verifica quando la luna, ruotando intorno alla terra, viene illuminata solo in parte dal sole. In questa fase resta per circa due settimane e ne impiega una per raggiungere il primo quarto. A livello simbolico rappresenta la crescita delle idee, ma anche delle maree e della vegetazione.

La terza fase, quella che da sempre ispira gli artisti, è la luna piena. In pratica la terra in questa fase si trova proprio a metà tra la Luna e il Sole. Ecco che noi, possiamo vederla nella sua faccia completa. Quando la luna è piena, possiamo vederla tutta la notte nella sua interezza, dal tramonto all’alba. Questa fase dura un giorno solo anche se, il giorno prima e quello successivo, a occhio nudo la luna può sembrare piena ma si trova in realtà ancora nella fase crescente e ancora in quella calante. A livello simbolico questa fase della luna  è considerata magica. Nel giardinaggio scandisce anche la fase della raccolta, è anche il momento ideale della potatura.

Infine, c’è la quarta fase e corrisponde alla luna calante. Si trova all’opposto della seconda fase, della luna crescente. Dopo una settimana circa raggiunge l’ultimo quarto, con un angolo di 90°. Noi possiamo vedere in cielo solo uno spicchio che si va a ridurre un po’ alla volta, fino a quando non riparte il ciclo dal novilunio. A livello simbolico la fase calante indica la discesa, l’abbandonare ciò che è vecchio, logoro e non più adatto a noi. Spesso viene chiamata la luna alchemica da chi ama studiare la simbologia del nostro satellite naturale.

Curiosità etimologica sulla Luna

Il termine Luna deriva dal latino e ha una radice indoeuropea in leuk, che significa “luce” e “luce riflessa”. In sanscrito invece,  chandramā, significa luna ed è considerata sempre una divinità.