Vendere casa: come valutare un immobile? Tutto quello che devi sapere

0
127

Prima di vendere casa bisogna valutare molti aspetti e diversi fattori al fine di poter definire il giusto prezzo nel mercato. Un immobile è un bene che possiede un’importanza elevata, scopriamo in questo articolo come si effettua una corretta valutazione dell’immobile.

Quando parliamo della valutazione di un immobile, intendiamo tutto quello che riguarda una casa o un terreno o comunque qualsiasi struttura fisica, che possano essere destinate a diversi utilizzi e scopi.

Si tratta di beni che possiedono un valore specifico che è importante definire nei minimi dettagli.

Effettuare la corretta valutazione delle case è un lavoro da professionisti che avviene attraverso degli strumenti adeguati, ovvero dei tool di stima immobiliare messi a disposizione da siti gestiti da professioni del settore, i quali forniranno una valutazione veloce e rapida in pochi passi.

Vediamo quali sono gli aspetti e i passaggi da valutare per attribuire il giusto prezzo al vostro immobile.

La formula per valutare un immobile

Che sia una villa, una casa, un terreno o un magazzino, per valutare un immobile esiste una formula precisa che corrisponde a diversi punti, ovvero il valore di mercato, la superficie commerciale di un immobile, la quotazione a metro quadro e coefficienti di merito.

La formula precisa è: valore di mercato = superficie commerciale x quotazione al metro quadro x coefficienti di merito. Questa formula è comprensibile soltanto definendo i singoli termini nel dettaglio.

Definire cos’è la superficie di un immobile

La superficie di un immobile è la misura dello spazio disponibile dell’immobile stesso. Questo aspetto è conosciuto da tutti i proprietari dello stesso (es. 80, 100, 200 metri quadri) e corrisponde alla superficie calpestabile.

Quella che però viene valutata in questo calcolo è la superficie commerciale, che comprende altri spazi, ovvero muri perimetrali, balconi, terrazze ed eventuali giardini. Una volta definita la superficie commerciale, quest’ultima verrà calcolata secondo un determinato procedimento.

Definire la quotazione al metro quadro

Come dice la parola stessa, la quotazione al metro quadro non è altro che il valore attribuito ad un metro quadro di un immobile. Può variare in base alla città, alla strada in cui è collocato o al quartiere. Per fare un esempio, una casa situata in una città d’arte o in una zona centrale avrà un valore superiore ad una casa in periferia.

Per trovare una quotazione al metro quadro basta recarsi sul sito dell’Agenzia delle Entrate, qui è possibile trovare un’apposita banca dati e basterà inserire la città e la via in cui è situato l’immobile per ottenere la quotazione.

Definire i coefficienti di merito

I coefficienti di merito variano per diversi fattori e riguardano una quotazione che va aggiunta o sottratta dal valore dell’immobile. Questi ultimi sono elementi in più che possono rendere l’immobile più o meno pregiato.

Per fare degli esempi, un coefficiente di merito potrebbe essere il piano e, se c’è a disposizione, anche l’ascensore.

Infine, vi sono le condizioni e l’età dell’edificio, lo stato di conservazione dell’immobile, il panorama e l’esposizione alla luce, il riscaldamento e le locazioni.