Manutenzione delle casette in legno in soli 4 step

0
197

Le casette in legno per giardino sono sicuramente pratiche ma anche belle da vedere perché permettono di arredare gli spazi esterni in maniera più completa. Il legno è un prodotto naturale perfetto per arredare il giardino ma che necessita di un po’ di pure perché soffre per colpa dell’azione delle intemperie.

Se sei abile nel fai-da-te e nei lavori di casa, puoi occuparti tu della manutenzione delle casette per esterni, seguendo questi quattro step facili facili.

1.      Riempire le crepe

La manutenzione delle casette da giardino va fatta regolarmente perché le intemperie possono intaccare il legno naturale creando fessure e crepe. Inoltre, nel corso degli anni il legno può aprirsi per rilasciare della resina. Capita anche che i nodi del legno escano lasciando un vuoto. È fondamentale intervenire circa ogni due anni per impedire che l’acqua si infiltri tra le fibre. Con dello stucco per legno, riempi tutte le crepe e le fessure più grandi. Lo stucco va lasciato asciugare prima di procedere con le altre operazioni.

2.      Levigare la superficie

Quando la superficie in legno esposta all’esterno sbiadisce e si squama, significa che devi intervenire con qualche semplice operazione di manutenzione. Passando la mano sul legno, noterai che non è liscio ma ruvido. Oltre a essere brutto da vedere, il legno in questo stato può rilasciare diverse schegge che si infilano nelle dita e nella mano. Per finire, dove hai passato lo stucco, potrebbero esserci delle eccedenze che vanno livellate con il resto della superficie. Per migliorare l’aspetto e prevenire questi piccoli inconvenienti, leviga la superficie in legno. Ti basta della carta vetrata a grana grossa. In alternativa, usa una smerigliatrice che velocizza sicuramente le operazioni di manutenzione della casetta in legno per esterni.

3.      Pulire la superficie

La prossima operazione per la manutenzione delle casette per giardino prevede di pulire la superfice. Con il passare del tempo, è normale che sulla superficie in legno si depositi uno strato di sporco e residui formato da terra, sabbia, polline, pulviscolo. Inoltre, dopo aver levigato in legno si aggiunge anche la polvere derivante da questa operazione. Per rimuovere lo sporco, utilizza una spazzola a setole dure che va passata seguendo la venatura. Non bagnare la superficie in legno ma fai questa operazione “a secco”.

4.      Verniciare il legno

Finalmente sei pronto per l’ultima operazione: la verniciatura e la tinteggiatura del legno. La vernice permette di migliorare la resistenza del legno alle intemperie, facendo durare più a lungo la tua casetta per esterni. Crea una sorta di pellicola idrorepellente che impedisce all’acqua, all’umidità, alla neve, alla grandine etc. di intaccare la superficie. La tinta naturale per le casette in legno mantiene intatto il colore del legno mettendo in mostra le sue caratteristiche. Esistono però anche tinte color noce che rendono il legno naturale più scuro per dargli un tocco in più e anche farlo sembrare più pregiato. Come per la levigatura, anche la vernice va stesa seguendo la venatura del legno perché penetri bene e protegga il materiale.