Gioielli in filigrana da donna: ecco i nostri consigli

0
69

Il termine filigrana ha origini latine; è un sostantivo che è formato da due parti: filum che significa “filo” e granum che significa “grano”. Il termine filigrana quindi, racchiude in sé il cuore della tecnica, che è quella di ridurre il metallo in fili.

Un nome evocativo, dunque, che ci suggerisce l’antichità di una tecnica, ancora oggi usata in oreficeria, che mira a ottenere dei gioielli raffinati ed esclusivi.

La tecnica della filigrana

La filigrana più che una tecnica è una vera e propria arte, come tutta l’oreficeria. Consiste nell’intrecciare tra loro dei sottili fili di argento (filigrana in argento) o di oro (filigrana doro) che vengono poi fissati a un supporto prezioso, come per esempio un anello, una collana, un bracciale, una spilla o degli orecchini: tutti meravigliosamente unici.

La tecnica della filigrana è molto diffusa in Sardegna, ma anche in Liguria, Abruzzo e Veneto. Esistono, comunque, diversi tipi di filigrana e ogni gioiello che si ottiene non è mai uguale ad un altro.

Quali gioielli in filigrana scegliere per un dono speciale

Qualche consiglio per una scelta importante è sempre utile. Vediamo insieme le espressioni più caratteristiche per un regalo esclusivo.

Citando la filigrana sarda abbiamo voluto mettere in risalto quanto in questa regione siano specializzati, quanta storia ci sia dietro quest’arte che tutt’oggi si usa per rendere uniche tutte le occasioni.

La fede a più file in filigrana sarda è un oggetto molto prezioso per le donne sarde e costituisce un regalo raffinato ed esclusivo da fare a chi amiamo se facciamo un viaggio in questa terra antica e rude.

Questo gioiello è molto conosciuto fuori dai confini dell’isola e rappresenta un oggetto da possedere e custodire a prescindere che si sia o no donne sarde.

Per comprendere il motivo di tanta fama basta ammirare la lavorazione minuziosa in filigrana: i sottilissimi fili in oro o argento vengono intrecciati in decorazioni uniche e ogni curva ha un significato preciso che dalle origini viene tramandato fino a oggi.

Formata da piccole sfere, che possono essere in un numero variabile da una a cinque e che occupano le file centrali, le stesse simboleggiano i chicchi di grano.

La fede in filigrana sarda acquisisce così il significato di fertilità, prosperità e ricchezza, cioè tutti gli elementi che rendono la coppia stabile e solida, legata alla terra e alla famiglia da un intreccio prezioso come quello dei fili che compongono la filigrana.

Gli accessori in filigrana

Al di là di questo anello il cui significato mistico, quasi magico, incanta ancora molte donne, i gioielli in filigrana sono molto richiesti dalla donna di classe.

Gli orecchini in filigrana sono, per esempio, un classico accessorio di bellezza che tutte si concedono per ravvivare e dare luce al volto, nell’outfit giornaliero come in quello speciale delle occasioni di festa.

Gli orecchini di questo genere hanno quasi sempre un gusto piuttosto vintage, anche antico, e sono principalmente in oro. Hanno lavorazioni molto fitte e decorative su tutta la parte dell’orecchino, solitamente piuttosto ampia. Sono gioielli importanti.

Infine, meritano un cenno i ciondoli in filigrana. Con lavorazioni geometriche, a pieno o a vuoto, diventano punti luce importanti che richiamano l’attenzione.