Francesco Gadaleta per l’information technology

0
286

L’information technology è associata ai tecnici da chiamare se si ha un problema informatico. Questo pensiero non è sbagliato, però è un po’ riduttivo perché quello dell’IT è un mondo molto ampio e ricco di molte sfaccettature. Proviamo a chiederlo a Francesco Gadaleta, blogger appassionato di nuove tecnologie e professionista informatico con tanta esperienza. L’information technology utilizza, infatti, strumenti informatici all’avanguardia e sempre aggiornati che permettono ai servizi di rete di avere un accesso veloce, sicuro e semplice. Nel corso degli anni l’IT ha fatto dei progressi enormi tanto da essere utilizzata in vari campi, dalla pubblica amministrazione, alle aziende e ai privati che la ritengono indispensabile per le attività giornaliere.

Cosa si intende per information technology?

L’information technology fa riferimento ai metodi e alle tecnologie utilizzare in vari campi per elaborare, trasmettere e archiviare le informazioni e i dati servendosi di reti, PC, server, router, tablet smartphone ecc. È molto diffusa in campo hardware e software perché vengono realizzate tecnologie IT che poi sono utilizzate in ambito economico e sociale sia in contesti italiani che esteri. È un campo che spesso viene collegato alle reti di computer e al computer, ma in realtà racchiude altre tecnologie come internet, televisione e telefono e anche strumenti delle telecomunicazioni, del commercio elettronico e del web design.

Vista la lunga lista di settori di utilizzo possiamo riassumere l’information technology come quel campo in cui si utilizzano elaboratori e strumenti di telecomunicazione per lavorare, memorizzare, trasmettere e recuperare dati e informazioni.

Possiamo dire che questo settore è maggiormente volto all’innovazione soprattutto nell’ambito del cloud computing e dell’intelligenza artificiale su cui si investe davvero tantissimo. Chi si occupa di information technology, ricorda Francesco Gadaleta, ha il compito di risolvere le problematiche informatiche delle aziende basandosi su questi servizi:

  • governance IT è l’insieme delle politiche e dei processi che permettono di gestire in modo adeguato i servizi secondo le necessità dell’azienda;
  • operazioni IT è un reparto IT che deve fornire, ad esempio, supporto tecnico per attività di manutenzione della rete, oppure produrre test di sicurezza e gestire i dispositivi;
  • hardware e software, questa è la parte più importante dell’IT perché si occupa della configurazione e manutenzione dei router, server, laptop, smartphone di un’azienda e ha il compito di tenerli sempre funzionanti in modo impeccabile e di risolvere i problemi che si presentano.

Smart working ed information technology

Senza il reparto IT un’azienda subirebbe un notevole rallentamento nel corso del tempo per questo è molto importante sceglierlo in modo accurato anche per essere più competitivi rispetto alla concorrenza. Di solito le richieste fatte in questo campo riguardano servizi come il sovraccarico di dati che le aziende devono gestire in modo numeroso e per far questo servono dei software avanzati e personale che sappia gestirli. Con l’avvento dello smart working molte aziende hanno incrementato l’uso di laptop, pad e smartphone per lavorare da remoto e, quindi, hanno necessità di un servizio che possa assicurare ai dipendenti di un’azienda di lavorare agevolmente da casa senza intoppi di tipo tecnico anche nella parte cloud che viene utilizzata per archiviare i dati. Un altro ambito dell’IT è quello di fornire alle aziende una connessione dati veloce che permetta di svolgere videoconferenze con un segnale audio e video fluido e senza interruzioni.