Ditte di materiali per l’edilizia: come scegliere quella che fa al caso proprio

0
93

Che sia per un cantiere privato o in occasione della costruzione di una grande opera pubblica, scegliere una buona ditta di materiali e accessori per l’edilizia è un punto di partenza indispensabile per assicurarsi che niente vada storto. In situazioni come queste, infatti, imprevisti e piccoli incidenti sono all’ordine del giorno e scegliere fornitori seri, professionali e capaci di rispettare i più alti standard previsti in materia di costruzioni è un modo, tra gli altri, di abbassare le probabilità che qualcosa non funzioni.

Cosa c’è da sapere su e a che ditte di materiali edili rivolgersi

La prima cosa a cui prestare attenzione è che la ditta, o le ditte, a cui ci si rivolge abbiano in catalogo il tipo di strutture prefabbricate, elementi o accessori di cui si abbia effettivamente bisogno. Questo vuol dire, parafrasando, che in corso d’opera e nelle varie fasi di vita del cantiere si potrebbe aver bisogno di ditte diverse, ora specializzate per esempio in tubature e apparecchi per la rete fognaria o di drenaggio dell’edificio e ora invece in pavimentazioni, piastrelle e finiture.

In tutti i casi la ditta dovrebbe poter assicurare alti standard qualitativi e il rispetto delle norme previste quanto a materiali, processi produttivi, eccetera. Per farsi un’idea di come lavori la singola realtà può essere utile, in questo senso, soprattutto se non si è esperti o non si ha grande familiarità con la materia, accertarsi che possieda certificazioni di qualità o rispetti il famoso standard ISO 9001 per esempio. Non si tratta, naturalmente, di una garanzia assoluta di qualità del servizio e dei materiali edili acquistati e per questo, laddove possibile, una buona idea potrebbe essere chiedere un consiglio di conoscenti con più esperienza in merito: il passaparola tra chi da poco ha avuto lavori di ristrutturazione in casa, in altre parole, è in genere un buon metodo per scegliere dove acquistare i materiali edili, così come lo è affidarsi alla ditta, o di nuovo alle ditte, di fiducia della propria impresa di costruzioni.

La professionalità di chi opera nel campo, comunque, si misura anche nella disponibilità a dare consigli e svolgere piccole consulenze, più che limitarsi a vendere questo o quel materiale di drenaggio, questo o quel sistema per la raccolta delle acque reflue. Spesso il primo contatto con la ditta di materiale per l’edilizia avviene, infatti, in una fase precoce e quando può non essere molto chiaro nemmeno al cliente quello di cui ha bisogno, quello che deve acquistare. È davvero professionale, così, una ditta che ha addetti alle vendite in grado di dare suggerimenti, interpretando i reali bisogni del cliente e provando a fornirgli le soluzioni più adatte. Oggi molte realtà hanno servizi ad hoc di consulenza prima dell’ordine.

La trasparenza non fa da ultima. Consultando il catalogo di una ditta di materiali per l’edilizia, cioè, dovrebbe essere chiaro immediatamente qual è il costo di ogni singola soluzione e quali sono anche eventuali costi di trasporto o messa in posa e installazione delle strutture scelte. La possibilità di realizzare, magari direttamente online e in pochi click, un preventivo dovrebbe essere insomma una discriminante da non trascurare.