Box doccia cosa valutare prima dell’acquisto

0
205

Elemento di enorme importanza nel bagno, il box doccia è oramai presente in tutte le case e spesso preferito alla vasca per la sua praticità e la sua funzionalità.

L’ampia gamma di forme, dimensioni e materiali disponibili permette di adattare il box ovunque e di creare un angolo di relax intimo e confortevole, in cui è piacevole fare la doccia quotidiana.

Ma come scegliere quello giusto al momento dell’acquisto? Ecco alcuni consigli da seguire per fare una scelta mirata del box doccia.

Misure e dimensioni per tutte le esigenze

Il primo aspetto da valutare per acquistare il box doccia è lo spazio che si ha a disposizione. Se è già presente il piatto doccia bisogna valutare le sue dimensioni, se invece il piatto doccia deve essere ancora installato è possibile scegliere dimensioni e forma desiderata, sempre in funzione dello spazio disponibile.

Bisogna anche misurare i lati della parete dove dovrà essere posizionato il box se si tratta di una nuova installazione. In genere la cabina doccia occupa a terra un quadrato di 80 cm per lato, dimensioni abbastanza regolari che consentono di collocarla anche in spazi ridotti.

Esistono comunque misure decisamente più grandi, adatti anche per rivestire piatti doccia non solo quadrati, ma anche rettangolari, di forte tendenza negli ultimi tempi perché ampi e comodi, e anche semicircolari e circolari, per soddisfare qualsiasi esigenza.

Materiali e design per box esclusivi

Ad influire nella scelta del box doccia sono i materiali con cui può essere realizzato. I pannelli possono infatti essere in acrilico, semitrasparenti, arricchiti con disegni o stampe, facili da pulire.

Possono essere realizzati anche con materiali più pregiati come il cristallo temperato, esteticamente più bello anche se più costoso, che può avere finiture diverse.

Il cristallo coniuga alla perfezione funzionalità ed eleganza e i pannelli possono essere serigrafati, trasparenti, satinati o stampati, realizzati a seconda delle preferenze.

Quale apertura scegliere

Nella scelta del design bisogna tenere conto anche della tipologia di apertura e di entrata nella cabina doccia. Se nella stanza non è disponibile troppo spazio l’apertura consigliata è quella scorrevole, che elimina l’ostacolo della porta e agevola l’apertura.

Altra soluzione salvaspazio pratica e comoda è l’apertura a soffietto, in cui le ante rientrano in se stesse.  Invece, se vi abbastanza spazio si può optare per l’apertura a battente, che presenta la cerniera verso l’esterno o all’interno del box.

La modalità di entrata varia a seconda della tipologia di apertura che si sceglie, infatti può essere disposta una porta frontale oppure angolare con ante scorrevoli. Se invece si tratta di una doccia angolare una forma molto diffusa di porta è quella triangolare, che presenta una singola parete trasversale posta sul lato della doccia dove non sono presenti pareti.

Soluzioni personalizzate

Qualunque siano le dimensioni dello spazio dove collocare il box doccia è possibile scegliere soluzioni personalizzate e in grado di adattarsi alla perfezione allo stile e all’estetica del bagno.

I pannelli in cristallo sono ideali per arredare la stanza e valorizzarla al meglio e rendere l’ambiente ancora più confortevole e accogliente.