Perchè andare dallo psicologo oggi: i disturbi del XXI secolo

0
141

Un tempo chi andava dallo psicologo non lo diceva a nessuno, perché temeva di essere additato come pazzo, il classico svitato con qualche turba mentale. Oggi fortunatamente le cose sono cambiate e la psicologia non è più vissuta come un tabù dalla nostra società. Siamo ormai abituati a vedere psicologi nelle scuole, non ci scandalizziamo più se un amico ci confessa di essere in terapia. Come c’è gente che viene seguita da un personal trainer per il proprio allenamento fisico, ce n’è altrettanta che invece si rivolge ad un professionista che sia in grado di aiutare a superare le difficoltà della vita dal punto di vista emotivo. Non c’è nulla di male e anche se ci sono voluti anni per liberare la psicologia da tutti i tabù del passato, oggi questa scienza è accettata da tutti.

Quali sono però le ragioni che possono spingerci a rivolgerci ad uno psicologo nel XXI secolo? I problemi che c’erano un tempo ci sono tutt’ora, ma ci siamo chiesti quali siano i disturbi più diffusi e comuni di questa epoca storica. Abbiamo trovato le risposte sul sito www.psicologotrento.net  che vi consigliamo di consultare perché molto interessante.

I disturbi più diffusi del nostro secolo, che lo psicologo può curare

I disturbi che uno psicologo può aiutarci a trattare sono diversi e prima di rivolgerci ad uno psichiatra e affrontare i problemi assumendo psicofarmaci, la strada della terapia psicologica deve essere presa in considerazione. Molte persone vengono subito indirizzate ad un approccio psichiatrico ma questo è puramente medico: il compito dello psichiatra è quello di fare ricette e prescrivere farmaci spesso molto pesanti. Farmaci che, a volte, non sono indispensabili per guarire. Con lo psicologo possiamo affrontare il nostro disturbo da un altro punto di vista, ponendo l’attenzione prima di tutto sulle cause che lo hanno scatenato e sulle possibili metodologie per superarlo emotivamente.

I disturbi psicologici del nostro secolo sono tanti, purtroppo, e tra quelli più diffusi troviamo ansia, attacchi di panico, depressione e disturbi dell’umore. Queste problematiche possono cambiare completamente il nostro modo di concepire la vita, influenzare ogni aspetto del quotidiano fino a cambiare addirittura il nostro modo di essere. Le persone che soffrono di ansia provano uno stato di malessere davvero intenso ed incomprensibile da coloro che non l’hanno mai vissuto. Lo stesso discorso vale per chi soffre di attacchi di panico ma anche di depressione. I consigli ed i pareri di parenti ed amici sono spesso inutili, se non addirittura dannosi: chi non comprende quello che si prova non può fornire un aiuto valido.

Altri disturbi molto diffusi, anche in età adolescenziale, sono quelli relativi alla sfera dell’alimentazione. Anoressia e bulimia nascono prima di tutto da un profondo malessere psicologico, che deve essere affrontato. Certo, le cure mediche possono spesso fare la differenza ma senza un supporto psicologico non sempre è possibile risalire alle cause di queste problematiche e fino a quando non si esplorano le ragioni della sofferenza, questa tenderà a ripresentarsi sotto altre forme. Il problema di molti disturbi è nascosto dentro di noi: per questo lo psicologo è fondamentale.