Come si organizza un trasloco: le 3 fasi principali

0
228

Per organizzare un trascolo come si deve, l’organizzazione delle fasi è molto importante. È bene capire cosa va fatto e quando per evitare di trovarsi all’ultimo minuto con tutte le operazioni da svolgere con il rischio di non rispettare i tempi.

La prima fase: l’imballaggio

La prima fase che va fatta in goni trasloco è l’imballaggio. Tutti gli oggetti che devono esse portati in casa nuova devono esser preparati e messi in ordine. È fondamentale capire che cosa portare e che cosa non serve più e può quindi essere buttato via. fare un po’ di pulizia prima dell’imballaggio vero è proprio è sempre un ottimo consiglio. La se dell’imballaggio può esser incominciata anche prima del tempo, cioè prima della data effettiva del trasloco. Si può iniziare a inscatolare gli oggetti che non si usano tutti i giorni per portarsi avanti con il lavoro.

La seconda fase: il trasporto

Quando arriva il girono del trasloco, tutti gli scatoloni che son stati preparati vanno messi su un mezzo di trasporto verso casa nuova. La scelta del mezzo è fondamentale; si può utilizzare l’automobile di tutti i giorni solo se si tratta di un piccolo trasloco come quello senza mobili. Se ci sono tante cose da spostare, compresi oggetti ingombranti, allora è doveroso utilizzare un mezzo con maggiore capienza come un furgone. Il motivo è limitare i viaggi tra un’abitazione e l’altra altrimenti si rischia di perdere un sacco di tempo inutile. Il furgone è l’unico sistema per spostare gli oggetti più grandi come armadio 4 stagioni, divano con isola, cucina su misura, rete matrimoniale etc.

La terza fase: il riordino

Dopo avere scaricato il furgone con tutti gli oggetti per la casa nuova, inizia la fase finale del riordino. I mobili vanno rimontati e tutti gli oggetti essi al loro posto. Non è obbligatorio fare tutto il primo giorno ma si può procedere un po’ per volta aprendo gli scatoloni fatti con calma nei gironi successivi.

Per info e / o prenotazioni: www.traslochiinternazionali.eu