Come creare un sito aziendale in autonomia

0
57

La guida che ti aiuta a creare il tuo sito aziendale in completa autonomia avendo così la possibilità di risparmiare soldi creando un sito professionale.

Se sei capitato in questo articolo è perché sei sicuramente alla ricerca di una soluzione valida che ti permetta di creare il tuo sito aziendale da solo. In questo articolo abbiamo creato una guida che ti porterà a creare il tuo portale professionale accompagnandoti in ogni tua scelta. Ti guideremo passo dopo passo verso la realizzazione del sito web da come scegliere il nome a quali provider come SupportHost esistono sul mercato.

Creare una valida idea

Non c’è mai da sottovalutare questo primo passaggio. In molti pensano che basti creare un sito online, posizionarsi nel web e il gioco è fatto. Forse un tempo era realmente così quando il mondo digitale era per pochi. Oggi sappiamo che invece è un mercato in forte crescita e sono sempre di più le aziende che scelgono di avere un sito web anche semplicemente vetrina, questo ha fatto si che la concorrenza aumentasse notevolmente. Quindi a questo punto devi avere un’idea innovativa, creativa, e soprattutto diversa da tutto ciò che è attualmente presente sul mercato.

Sia che tu vendi un prodotto, un infoprodotto o un servizio chiediti: Perché un cliente dovrebbe sceglierti? Quali sono i tuoi valori? Quale la tua vision? Cosa vuoi offrire in più degli altri ai tuoi clienti? Cosa ti rende speciale?

Da qui si creeranno poi le basi per realizzare l’idea, il piano marketing e il piano strategico che ti permetteranno di creare un business di successo ma anche di dotarti dei strumenti giusti.

Scegli partner affidabili sempre

Per realizzare un sito web hai bisogno di diversi prodotti:

  • Hosting
  • Dominio
  • Immagini
  • Video o file multimediali
  • Contenuti editoriali o testi descrittivi
  • Indirizzo email

È bene scegliere per ognuno di questi prodotti partener affidabili, ecco alcune cose a cui prestare attenzione:

  • Recensione degli utenti che hanno già sfruttato il servizio.
  • Qualità del servizio.
  • L’assistenza e i metodi di assistenza.

Da dove iniziare

Il primo passo da compiere è quello di estrapolare l’idea una volta creata tutta la parte burocratica possiamo passare all’azione. Il primo prodotto da acquistare è sicuramente l’hosting, quindi ci andiamo a rivolgere ad un provider che sia affidabile. È fondamentale, dal momento che dobbiamo avere la certezza di avere il sito sempre funzionante e performante, o in caso di problemi avere un’assistenza pronta a risolverli nel più breve tempo possibile. Di hosting ci sono diverse tipologie di prodotto e tu dovrai scegliere quello da acquistare in base al tipo di progetto che stai realizzando. Ad esempio per un sito vetrina basta un hosting base, per un sito professionale su WordPress possiamo optare per un hosting WordPress e per un grande progetto per un server dedicato. Qui sarà utile sfruttare il piano marketing all’interno del quale troveremo informazioni importanti come le statistiche di visite al sito web oppure il numero di prodotti da inserire in caso di uno shop online.

Dopo aver preso l’hosting possiamo prendere anche il dominio, solitamente i provider ne offrono uno gratuito con l’acquisto dell’hosting ma nel caso abbiate optato per un dominio già impegnato o non disponibile dovrete vagliare altre soluzioni di acquisto, più dispendiose se non volete rinunciare al nome. Le caratteristiche per un buon nome dominio sono:

  • Il nome dell’azienda.
  • Facile da ricordare.
  • Keyword al suo interno.
  • Un’estensione di primo o secondo livello.
  • Il titolo del sito deve rispecchiare il nome del dominio.

Acquistati questi due prodotti non dovremo far altro che collegarli per rendere accessibile il sito a tutti e iniziare a lavorare al sito web.

La parte grafica

Se abbiamo scelto un CMS prima dell’acquisto dell’hosting allora la soluzione migliore è quella di acquistare un hosting pensato per il CMS. In questo modo avremo a disposizione un prodotto pronto all’uso con la piattaforma prescelta già installata e facilmente utilizzabile. Ad esempio un hosting WordPress, oppure un hosting PrestaShop e via discorrendo.

Al contrario se abbiamo preso un hosting generico allora dovremo provvedere all’installazione per nostro conto. Ogni CMS offre la possibilità di scaricare la piattaforma e di installarla sull’hosting, c’è sempre all’interno del sito d’acquisto una spiegazione guidata che ci permetterà di eseguire questa operazione in sicurezza senza tralasciare nulla.

Quando saremo pronti potremo scegliere il tema del nostro sto web. il tema del sito dovrà essere:

  • SEO Friendly
  • Semplice
  • In linea con il nostro sito web e sui valori
  • Leggero

Personalizzazione

Una volta eseguito questi passaggi e scelto il tema possiamo divertirci a personalizzarlo quanto più vogliamo. Online possiamo trovare tantissimi temi gratuiti per ogni piattaforma CMS ma ci sono anche dei temi a pagamento, hai perciò una vasta scelta di prodotti. Ricorda sempre di creare un’immagine aziendale univoca, il tuo sito web deve rispecchiare l’immagine dell’azienda così sia online che offline ogni utente potrà riconoscerti a colpo d’occhio. Scegli sempre di sfruttare SEO creando contenuti interessanti, ben scritti e facilmente leggibili, a meno che non si tratti di un argomento di nicchia verso una categoria specifica allora solo in quel caso si può utilizzare un lessico più tecnico. Altro fattore da considerare è non sovraccaricare il sito web di contenuti multimediali, video, foto e plugin che lo rallentano.

Un buon sito deve:

  • Suscitare l’interesse.
  • Essere veloce.
  • Essere attrattivo.
  • Essere performante.

Sfrutta perciò SEO per garantirti non solo di offrire le prestazioni migliori ma anche di avere un posizionamento migliore nei motori di ricerca aumentando così la tua popolarità.