Telefono Samsung ricondizionato: pro, contro e come averlo

0
199

Nel moderno mercato della tecnologia i prezzi dei prodotti nuovi raggiungono cifre sempre più alte. Allo stesso tempo, cellulari e computer ancora validi e performanti vengono messi da parte, magari in cerca di un modello più performante o semplicemente per un guasto che non si vuole riparare. L’unione di queste due circostanze ha fatto crescere negli anni un mercato parallelo, dedicato al ricondizionamento e alla rivendita di smartphone e dispositivi elettronici di ogni tipo.

Acquistare questi prodotti, a cui è stata donata una seconda vita, spesso è una soluzione davvero conveniente. Al di là dell’assoluta uguaglianza a parità di specifiche tecniche tra un dispositivo nuovo ed uno ricondizionato, ciò che fa davvero la differenza è il prezzo di acquisto, nettamente inferiore.

Cosa distingue uno smartphone come un Samsung Galaxy venduto in negozio dallo stesso modello ricondizionato? Quali sono i principali passaggi di verifica prima che questo ritorni in vendita? Scopriamolo insieme!

Ci sono delle differenze tra un prodotto nuovo e uno ricondizionato?

Qual è il vero segreto del successo di questi prodotti? A livello hardware e software, ogni dispositivo ricondizionato è completamente identico a quelli venduti nuovi, ad un prezzo decisamente inferiore. Esistono tre livelli di ricondizionamento, che vedremo nel paragrafo successivo, utilizzati per classificare la condizione del prodotto venduto e la relativa garanzia. In base al livello assegnato il prezzo di vendita sarà maggiore o minore, ma sì tratta sempre e comunque di cifre assolutamente inferiori a quelle ufficiali.

Per acquistare un prodotto ricondizionato ed essere certi di aver fatto un affare, bisognerà affidarsi ad aziende specializzate nel settore. L’intervento di verifica e ottimizzazione dei dispositivi dev’essere eseguito da professionisti, in grado di individuare subito potenziali problemi e consegnare all’utente finale un device ineccepibile.

Prendiamo ad esempio un Samsung Galaxy di ultima generazione, uno smartphone davvero tecnologico e dotato di tutte le caratteristiche tecniche più avanzate sul mercato. Quali sono le operazioni previste in un ricondizionamento professionale?

  • Ispezione dei componenti esterni: per prima cosa vengono controllate la scocca, il vetro e l’LCD del dispositivo; allo stesso tempo è verificato anche il funzionamento dei tasti e dei due ingressi del jack e del dock di ricarica.
  • Test dell’hardware e del software: in questo passaggio sono esaminate le condizioni della batteria (che può essere eventualmente sostituita), l’aggiornamento del software attualmente installato e il corretto funzionamento di tutti gli elementi interni (scheda madre, RAM, scheda grafica ecc.).
  • Rigenerazione dei componenti: una volta terminata la fase di ispezione, vengono sostituiti tutti i componenti difettosi o non funzionanti. Al termine di questo passaggio l’hardware sarà totalmente paragonabile, per condizioni ed aspettative di vita, ad un prodotto nuovo.
  • Verifica post-intervento: una volta che i lavori sono stati eseguiti, lo smartphone verrà testato accuratamente, analizzandone le prestazioni e l’assenza di bug o malfunzionamenti.
  • Igienizzazione: quando il Samsung Galaxy sarà stato ricondizionato alla perfezione, questo verrà ripulito, igienizzato e inserito all’interno della sua scatola, con accessori, garanzia e istruzioni.

Il risultato finale di questo processo, descritto nell’ultimo punto dell’elenco, non differisce in alcun modo dai prodotti sigillati presenti nei negozi. Come abbiamo già sottolineato, la grande differenza è di carattere economico: un Samsung Galaxy rigenerato, in condizioni perfette, può essere portato a casa ad una cifra inferiore del 30/40% rispetto al listino. Nel prezzo è anche compresa una garanzia, variabile in base alle condizioni del dispositivo messo in vendita.

Serve a qualcosa risparmiare questi soldi?

Giunti a questo punto è normale chiedersi se ci sia davvero un senso nel risparmiare questi soldi comprando un prodotto rigenerato. Prendiamo in considerazione una seconda volta l’esempio del Samsung Galaxy: con i soldi risparmiati dall’acquisto si potrebbe, ad esempio, avere un telefono con giga illimitati con Fastweb, sfruttando quanto risparmiato per ottenere mesi (se non anni!) di navigazione virtualmente gratuita!

Acquistando un dispositivo ricondizionato da un rivenditore affidabile è possibile ottenere un prodotto uguale in tutto e per tutto all’originale, ma a un prezzo decisamente conveniente. Conviene verificare subito la disponibilità dei device in vendita per iniziare da subito a risparmiare!