Come organizzare un trasloco senza stress

0
183

Il trasloco è una di quelle operazioni che può comportare stress, stanchezza e nervosismo. Purtroppo, moltissime persone sono portati a pensare che il trasloco sia più facile di quello che è in realtà ritrovandosi puntualmente in grande difficoltà.

Fare una lista

Tra i tanti consigli utili per le cose di casa, è indispensabile fare una lista di quello che serve per traslocare e cambiare casa. In questi casi, la parola d’ordine deve essere organizzazione visto che è impossibile riuscire nell’impresa, soprattutto quando si opera in autonomia, se non si procede con un metodo organizzativo intelligente.

Tutto deve essere preparato in tempo e organizzato nel minimo dettaglio cioè pianificando passo per passo che cosa c’è da fare. Per portare avanti un trasloco con serenità, È consigliabile iniziare con largo anticipo addirittura due mesi prima. Per esempio, può essere il caso di iniziare a informarsi su che cosa bisogna fare per il cambio delle utenze. È anche il momento migliore per iniziare a raccogliere eventuali preventivi di ditte di traslochi per valutare quale contattare.

Come organizzare gli oggetti

Oltre alla lista, alcuni consigliano addirittura di fare un calendario che prevede a giorni precisi per le diverse operazioni e fasi dell’imballaggio. Gli oggetti suddivisi in categorie in base alla loro utilità. Infatti, tutti gli oggetti presenti in casa non sono utilizzati con la stessa frequenza. Questo significa che ci sono alcuni progetti che possono essere organizzati molto prima della effettiva data del trasloco mentre altri dovranno aspettare fino all’ultimo minuto.

Quando si parla di organizzazione degli oggetti che vanno portati in casa nuova, vale la pena spendere anche alcune parole di merito alla suddivisione all’interno degli scatoloni. È necessario adottare un cosiddetto metodo di catalogazione degli scatoloni per poter beneficiare e avvantaggiarsi nelle fasi successive. Ogni scatolone va attentamente etichettato in maniera da sapere che cosa c’è all’interno e anche altre informazioni utili. Sulla superficie dello scatolone bisogna indicare in quale stanza va portato e magari anche un numero progressivo al fine di scoprire quanti scatoloni ci sono in totale.

Fare un po’ di ordine e pulizia

Il trasloco è una di quelle occasioni imperdibili per fare un po’ di ordine e pulizia tra le cose e gli oggetti che in realtà non si usano spesso. È del tutto normale che nelle case di tutti ci sia un eccesso di cianfrusaglie e altri oggetti che in realtà non servono a molto. Prima di iniziare il trasloco, e quindi perdere tempo ed energie per organizzare degli oggetti fondamentalmente inutili, conviene fare ordine negli armadi, in cantina, nella libreria, etc. eliminando tutto quello che non serve.

Quando si prende in mano un oggetto è indispensabile domandarsi quale sia la sua funzione e se serve davvero. Se la risposta è no, può essere cestinato. Se invece si tratta di un oggetto utile, può essere spostato in uno scatolone diretto verso la nuova casa. Alcuni oggetti potrebbero essere donati ad associazioni di volontariato, scuole, biblioteche.