4 buone prassi da avviare subito per un ufficio più green

0
410

Sempre più spesso si sente parlare di buone prassi e accorgimenti per portare avanti stili di vita più ecosostenibili, ma a molte volte ci preoccupiamo solamente della abitazione senza pensare a un luogo in cui trascorriamo moltissime ore al giorno: l’ufficio! Purtroppo, i dati raccolti indicano che nei luoghi di lavoro spesso si sottovalutano le buone pratiche per il rispetto ambientale.

Abbiamo quindi pensato di stilare una lista che comprende 4 buone prassi necessarie per un ufficio più green ed ecosostenibile.

1.      Utilizzare prodotti riciclati

Un consiglio da mettere subito in pratica per un ufficio più green è aumentare l’uso di prodotti che derivano da fonti riciclate. Per fortuna, oggi tanti prodotti per l’ufficio sono realizzati con materiale riciclato per evitare un eccessivo sfruttamento delle materie prime vergini. Iniziamo subito a preferire i bicchieri in materiale biodegradabile oppure la risma di carta A4 a prezzi economici. A tal proposito, ricordiamo sempre di selezionare la stampa fronte / retro per ridurre l’uso di carta in ufficio.

2.      Spegnere le luci e non solo

In tantissimi uffici le luci sono costantemente accese anche quando l’illuminazione naturale è più che sufficiente. Per evitare gli sprechi di energia elettrica, dovremmo aprire bene le veneziane delle finestre per fare entrare la luce del sole. Se l’illuminazione artificiale è davvero necessaria, sarebbe comunque meglio preferire lampadine a led che fanno anche un favore all’azienda perché garantiscono una spesa ridotta per la componente energia. Conclusa la giornata di lavoro, ricordiamoci sempre di spegnere tutti gli apparecchi elettronici come pc, schermi, lavagne elettroniche, stampanti, etc. che altrimenti continuano a consumare. Difatti, molti di questi hanno una piccola lucina led rossa che segnala lo spegnimento richiedendo energia e rappresentando dunque uno spreco bello e buono.

3.      Incentivare mezzi di trasporto alternativi

Per incoraggiare l’uso dei mezzi di trasporto alternativi per il tragitto casa – lavoro basta davvero poco. Per esempio, possiamo installare una rastrelliera per parcheggiare le biciclette. È un metodo semplice ma efficacie per spingere anche altri colleghi ad arrivare in ufficio su due ruote, cosa che fa anche bene al fisico. Un’altra idea per un ufficio più green e attento è promuovere il car sharing. Possiamo preparare un avviso in bacheca alla ricerca di un gruppo di colleghi pronti a dividere l’automobile per andare in ufficio tutti i giorni.

4.      Fare la raccolta differenziata

Sfortunatamente, in moltissimi sono consapevoli che in ufficio spesso si presta poca attenzione alla raccolta differenziata. Tante volte capita di gettare indistintamente nel cestino dell’ufficio rifiuti che andrebbero invece divisi nei vari bidoni. Per migliorare la raccolta differenziata, bisognerebbe eliminare il cestino singolo accanto ogni scrivania e organizzare una specie di isola ecologica per l’intero spazio di lavoro. In questo modo, troviamo i bidoni per la carta, gli imballaggi leggeri, l’umido, il vetro e anche il residuo pronti e predisposti per tutti così non ci sono più scuse per nessuno. Infine, una piccola lista di rifiuti più comuni sopra ogni bidone può rappresentare un ulteriore aiuto per facilitare la differenziata.