Piattaforme per il controllo dei veicoli: cosa sono e chi ne beneficia di più

0
52

Oggi si usano spesso dei sistemi per poter tracciare la posizione di un determinato veicolo grazie ai satelliti GPS. Ci sono altre informazioni molto utili che si possono avere utilizzando sistemi di questo tipo come modificare il percorso.

Che cos’è e come funziona

Una piattaforma per il controllo dei veicoli della flotta aziendale si collega ai veicoli tramite la tecnologia GPS. In tale maniera è possibile sapere in tempo reale dove si trova il veicolo collegato. Il sistema sfrutta i satelliti che tracciano al posizione del veicolo in questione. Basta avere dei dispostivi GPS a bordo per poter ricevere informazioni diverse dalla centrale di controllo.

A chi serve

Le piattaforme per il controllo della flotta aziendale possono esser molto utili alle aziende che si occupano di trasporti. Solo chi ha una piattaforma di questo tipo può sapere in tempo reale quali sono i veicoli fuori e dove si trovano. Può esser un programma molto utile a chi si occupa della movimentazione di materiali o anche a chi ha dei veicoli per le consegne dei prodotti realizzati in fabbrica.

Che vantaggi garantisce

Moltissimi sono i vantaggi che sono garantiti a chi utilizza piattaforme come può essere WebFleet sviluppata dal colosso della navigazione TomTom. Chi si collega al veicolo tramiate la piattaforma può sapere dove si trova il veicolo in questione. Tramite la Piattaforma è possibile impostare il tragitto e inviarlo direttamente al dispositivo di navigazione del veicolo. Grazie alla piattaforma online, è possibile anche avere informazioni precise sul traffico e sula situazioni delle strade. Nel caso in cui ci fossero rallentamenti, code, incidenti etc. In tale caso, la piattaforma permette di modificare il percorso e inviarlo al veicolo che così rispetterò i tempi di consegna pattuititi. Graie al sistema di tracciamento dei veicoli delle flotta, si possono avere altri dati utili come la velocità di percorrenza, il chilometraggio, i consumi di benzina etc.

Per informazioni maggiori e più dettagliate: www.motoreitaliano.it